Foibe, Giovanni Ivan Benussi su Radio Bolzano

Ieri sera (5 febbraio 2019) il cinema “Astra” di Trento ha proiettato il film “Red Land” (Rosso Istria). Il film ripercorre la tragica vicenda della giovane istriana Norma Cossetto, uccisa da partigiani jugoslavi dopo il termine del secondo conflitto mondiale. La decisione di proiettare il film è giunta anche in vista del Giorno del ricordo del 10 febbraio in onore delle vittime delle foibe e dell’esodo di istriani, fiumani e dalmati. A qualcuno a Trento però, la cosa non è piaciuta. E nel corso della serata di ieri sono apparse scritte quali “Nessun ricordo per i fascisti di ieri né spazio per quelli di oggi”, “Norma Cossetto era fascista” e “Fascisti carogne ora e sempre resistenza”. Sulla questione abbiamo sentito il Presidente dell’Associazione “Venezia Giulia e Dalmazia” Giovanni Ivan Benussi il quale ha aspramente criticato l’accaduto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *