La doppia vita di Davide Petrella: l’autore preferito dai cantanti italiani ora ha un disco tutto suo

Esce venerdì “Non esiste amore a Napoli”, il primo disco cantato e firmato con il nome d’arte

Se siete tra quelli che amano leggere i credits delle canzoni sulle piattaforme o nei dischi il nome di Davide Petrella non vi suonerà sconosciuto. Lo abbiamo imparato a conoscere come autore di Elisa, Cesare Cremonini, Elodie, Emma Marrone, Fedez, J-Ax, Gianna Nannini, The Kolors e non solo. Il 36enne di Napoli ora si lancia in una nuova avventura: ovvero quella del progetto Tropico e lo fa con un disco: “Non c’è amore a Napoli”, in uscita il 24 settembre.

Petrella sceglie di battezzare il suo secondo lavoro di cantautore e lo fa dopo una riflessione precisa: “Volevo una divisione più netta nella mia doppia vita”, ha raccontato l’artista presentando il disco ai giornalisti.

“Chi ascoltava una mia canzone (prima del cambio, ndr) mi accostava a quell’artista o a quell’altro con il quale ho collaborato. Spesso è una cosa buona ma per me no, non voglio nessun regalo nella musica. Voglio che le persone decidano da sole di accendere un faro su quello che faccio”.

Perché Tropico? “L’ho scelto tre anni fa dopo una serie di coincidenze. Una di queste è accaduta in un viaggio a Cuba. Lì per caso, proprio nel periodo in cui stavo cercando il nome giusto per cambiare vita artistica, ho trovato il mio libro preferito in una bancarella, ‘Tropico del Cancro’”. Un segno che ha portato Davide a chiudersi in studio per se stesso.

 

“Non esiste amore a Napoli” arriva dopo due anni di lavoro, il singolo omonimo e “Carlito’s Way”. Quattordici le tracce in tutto e non poche collaborazioni: quelle con Calcutta, Coez, Franco126 ed Elisa“È un disco in cui c’è tanta Napoli”, dice Tropico perché proprio dalla title track e dalle esperienze vissute nella propria città parte tutta la scrittura. E spiega:

“Ho vissuto un periodo complicato nella mia vita privata con persone che entravano ed uscivano nella mia vita. Le relazioni sono al centro del racconto. È una cosa di cui vado fiero, parlare d’amore in termini originali di questi tempi è un’impresa complicata. Mi ha divertito molto parlare di questo argomento”.

Il risultato impresso nell’album verrà svelato domani a mezzanotte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *